Archivi categoria: Horror

Ragazzi Perduti

Lucy, dopo aver divorziato, giunge con i figli Michael e Sam (un tredicenne) a Santa Carla, per installarsi nella casa di papà, un vecchio bizzarro. Michael, andando una sera in discoteca, ha la disgrazia di innamorarsi di Star, una bella brunetta, che è la ragazza di David, il capo dei metallari della cittadina, il quale capeggia una banda dedita a folli corse notturne in moto e a reati vari: David prende in simpatia il giovanotto, lo plagia con chiacchiere e strani riti fino a fargli bere del sangue. In realtà, si tratta di un gruppo di vampiri, sempre in cerca di vittime e di adepti. Michael avverte tante stranezze, ha isioni e sogni spaventosi, a cui invano tenta di resistere. Intanto il fratello Sam, messo sull’avviso da due simpatici coetanei del posto (sono i fratelli Ranocchi, gran lettori di giornaletti vampireschi) combina qualche guaio in casa (dove Lucy ha invitato a cena il signor Max, un rispettabile droghiere, nella speranza di legarlo a sè e a cui il ragazzino propina con il parmigiano una robusta dose di aglio); poi con i due amici armatosi di pioli appuntiti e di acqua benedetta, penetra nella caverna, dove i motociclisti neri dormono appesi per i piedi al soffitto come i pipistrelli. Per vendicarsi costoro effettuano un terribile attacco alla casa, dove Michael – ora trasformatosi in vampiro – si rifugia tremante dietro alle spalle dell’amata, sua ultima difesa, che è decisa a salvarlo, mentre gli altri distruggono tutto. Nel frattempo arriva il signor Max, in compagnia di Lucy, ma ecco che anche le fattezze di costui diventano orripilanti, gli occhi iniettati di sangue e quattro canini aguzzi come pugnali. I fratelli Ranocchi l’avevano sempre detto che il capo-vampiro era proprio lui. Mentre Lucy vede sfumare un possibile matrimonio, arriva il nonno a grande velocità a bordo della sua auto che, lanciata contro una palizzata di pali acuminati, infilza Max: il che segna la fine dei malvagi e il ritorno della tranquillità.

Nave Fantasma

L’Antonia Graza è una lussuosa nave  da crociera italiana sparita nel nulla nel 1962 con tutti i passeggeri e il personale di bordo. Un mistero che nessuno è ancora riuscito a svelare fino al giorno in cui non compare sul radar di un rimorchiatore nel mare di Bering.
Accostato dal rimorchiatore manovrato da una squadra di recupero marittimo assoldata da uno sconosciuto per rintracciarlo, il transatlantico si rivela essere una immensa fonte di guadagni. I sei marinai specializzati vi si catapultano nel cuore della notte e sotto una scrosciante pioggia visitano l’interno di quel colosso arrugginito, scoprendo inaspettate ricchezze.
L’umida atmosfera della nave non nasconde i suoi misteri ma al contrario li esalta provocando nel gruppo alcuni grossi spaventi non spingendoli però ad un qualsiasi ripensamento.
Porte che si aprono e si chiudono da sole, sigarette ancora accese nei porta-ceneri e bicchieri di whisky pronti ad essere sorseggiati. Donne seducenti che baciano e promettono notti di fuoco, bambine che raccontano cosa è accaduto.
Tra cadaveri del passato e quelli del presente l’atmosfera si fa lorda di sangue fino ad arrivare all’atteso finale.
ecc..

The Exorcism Of Emily Rose

Emily Rose appartiene ad una famiglia fortemente cattolica che vive nelle campagne Statunitensi. La prima sequenza del film ci palesa la morte della ragazza, avvenuta in circostanze atroci, date le condizioni strazianti del corpo. Viene accusato dell’omicidio il suo parroco, colpevole di averle fatto sospendere le cure mediche per curare una rara forma di “epilessia psicotica”, diagnosticata alla ragazza, a favore di una ipotesi più mistica: la ragazza sarebbe stata posseduta da sei demoni…

Frontiers – Ai confini dell’inferno

Approfittando delle rivolte delle banlieus parigine, un gruppo di giovani rapinatori tenta una rapina in banca al fine di raccogliere i soldi necessari per aiutare una ragazza loro amica in difficoltà. Il colpo però va malissimo ed i rapinatori sono costretti alla fuga e a dividersi. Alcuni di loro trovano rifugio in una locanda scalcinata e isolata nei pressi della frontiera con il Lussemburgo, di proprietà di alcuni bifolchi locali. Le cose si metteranno assai male quando i rapinatori si accorgeranno che i proprietari del loro rifugio sono assai più pericolosi dei poliziotti che gli danno la caccia: si tratta infatti di una famiglia di agguerriti neo-nazisti con una spiccata propensione per la tortura e il cannibalismo…